Libreschi pensieri – 14

Il testo scorreva, brillante ed elettrico. Si lasciava leggere come se si trattasse di una leggenda, una saga mitologica di prodigi e penurie popolata di personaggi e scenari intrecciati attorno a una profezia di speranza per la stirpe. La narrazione spianava la strada all’avvento di un salvatore guerriero che avrebbe liberato la nazione da ogni male e offesa per restituirle la gloria e l’orgoglio, usurpati da scaltri nemici che avevano cospirato da sempre e per sempre contro il popolo, quale che fosse. […] A volte mi soffermavo a rileggere quanto avevo scritto fino a quel momento ed ero invaso dalla vanità cieca di sentire che il macchinario che stavo mondando funzionava con una precisione assoluta.

sdcc___year_of_the_writer_by_jdillon82-d2y2t23

[Carlos Ruiz Zafòn, Il gioco dell’angelo]

Please follow and like us:

Letture di febbraio 2013

Buona domenica, lettori e lettrici di Pensieri d’Inchiostro! Come ogni mese ecco qua il resoconto dei libri letti dalla Topolina… con tanto di colonna sonora, sempre se gradite! 🙂

rare_books_room_at_the_strand_by_fluffytheartist-d4sp8tj

Continue reading

Please follow and like us:

Libreschi pensieri – 12

There is no frigate like a book
To take us lands away,
Nor any coursers like a page
Of prancing poetry.
This traverse may the poorest take
Without oppress of toll,
How frugal is the chariot
That bears a human soul.
Non c’è vascello veloce come un libro
per portarci in terre lontane,
né corsieri come una pagina
di poesie che si impenna.
Questa traversata
può farla anche il più povero 

senza oppressione di pedaggio, 
tanto è frugale il carro
che trasporta l’anima umana.

[Emily Dickinson]

558383_455094781188636_1968233101_n

PS: vista la situazione, sappiate che chi vuole salire sul vascello insieme a me è il benvenuto. Io cambio galassia, seriamente… sebbene ci siano ottime possibilità che ormai ci prendano in giro anche a Narnia, nella Terra di Mezzo, su Pandora e in un sacco di altri posti. In ogni caso, ovunque è meglio di qui.

Please follow and like us:

Letture di gennaio 2013

Reduce da una tostissima verifica di matematica sul calcolo combinatorio, la mia cara prof non si arrabbi se torno a dedicarmi del mio passatempo preferito… Ecco a voi, dunque, i libri che ho letto in gennaio tra una formula e l’altra 🙂

Fairytale_is_alive_by_talewhisper

Continue reading

Please follow and like us:

[Recensione] Il momento del risveglio

Dopo tre eBook, oggi è il turno di recensire un libro in carne e ossa – o meglio, in carta e cartoncino – che mi è arrivato tramite il progetto “Recensioni d’inchiostro”, che ormai ben conoscete. Buona lettura!
(Come al solito, per visualizzare i terribili spoiler, selezionate la parte in bianco e il testo riapparirà magicamente.)

Titolo: Il momento del risveglio
Autore: Nicola Fossati
Genere: fantasy, natura
Editore: Lampi di stampa
Collana: Narrativa e poesia
Pagine: 625
Anno di pubblicazione: 2012
Prezzo di copertina: €20,00
ISBN: 9788848812610
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie all’autore per avermi spedito il libro.

   

RIASSUNTOLa vita di ciascun individuo è segnata da una serie di situazioni che si verificano in sequenza durante il proprio cammino, talvolta senza lasciare particolari tracce. Tra queste c’è però una occasione “straordinaria”. Un’epifania in cui ogni barriera o limitazione creata dai timori, dalle inquietudini e dalle sofferenze si sgretola, lasciandoci liberi di vivere pienamente… questo è il momento del risveglio! Può avvenire in un istante, infondendoci la forza, la sicurezza e la tranquillità per affrontare qualsiasi cosa.
Tutto ciò accade a Sidney, personaggio principale del romanzo. Il giovane si troverà immerso in un’avventura che lo porterà a conoscersi, a crescere, conducendolo al definitivo risveglio. Pur mantenendo alcuni canoni della letteratura fantastica, risulta arduo riassumere l’intera vicenda. Numerosi personaggi, colpi di scena e una mitologia che comprende tutto il folklore mondiale sono racchiusi nel romanzo. Alchimia, Numerologia, Enneagramma, tradizioni Sufi e Sciamaniche si fondono in un’ambientazione medievale, richiedendo differenti approcci di lettura.
Un ruolo chiave è interpretato dalla Natura: pur rimanendo per lungo tempo silenziosa, è una presenza costante. Il libro è anche un’esortazione a rivolgere uno sguardo rinnovato verso la Natura e a considerarLa un prolungamento di noi… o viceversa. L’autore ci invita a prestare attenzione alle piccole cose, cercando di non vivere senza posa come una freccia scoccata a grande velocità. A volte le risposte che cerchiamo sono sotto i nostri occhi, ecco perché niente accade per caso.

L’AUTORE – Nicola Fossati è nato nell’agosto del 1981. Dopo una serie di spostamenti familiari che lo hanno portato in diverse parti della penisola, attualmente vive a Monticelli Brusati, in Franciacorta. Dopo il diploma di liceo scientifico e durante gli studi universitari, presso la facoltà di beni culturali, ha iniziato a scrivere riversando ogni giorno di più le sue energie in questo settore. Da più di dieci anni, seguendo gli interessi dei genitori, si è dedicato allo studio e alla pratica di diverse discipline riguardanti lo sviluppo personale, pur mantenendo le sue attività di giocatore di basket e informatore scientifico per la Bemer Italia.

Continue reading

Please follow and like us:

Ancora sugli eBook e sul profumo della carta

Come ormai saprà bene chi mi segue da un po’, io sono da parecchio tempo una fervida sostenitrice degli eBook (non da sempre, perché all’inizio anch’io ero dubbiosa… poi ho capito che i pregi sono effettivamente enormi e mi sono redenta con molto piacere) e sempre lo sarò.Però è risaputo che non tutti lo siano: è per merito di questi soggetti che mi tocca scendere in pista, quasi ogni giorno, per far valere le mie tesi a favore dei cosiddetti libri elettronici, dato che essi sono considerati da molti sedicenti estimatori dei libri una specie di diabolica eresia destinata a rovinare per sempre la cultura… e blablabla, come sempre inserire qui una sfilza di chiacchiere inutili completamente a casaccio.

Be’, come ho già detto in altri loci, pur essendo una bibliofila con i baffi ritengo, invece, che gli eBook non siano affatto la rovina della cultura o la minaccia n°1 del cartaceo. Anzi: mettendo da parte per una volta tutti i sentimentalismi esistenti (l’onnipresente Profumo della Carta™, il fruscio delle pagine, la fragranza dell’inchiostro & compagnia bella), ritengo che non ci sia nessun tipo di differenza tra leggere un libro oppure un eBook. Ok, nel secondo caso la sensazione di tenere fisicamente in mano un volume se ne va, per ovvi motivi, ma non credo ci voglia un genio per capire che ciò che rende importante un libro è il contenuto, non certo l’odore delle pagine o un altro dei motivi random che piacciono tanto agli pseudo-amanti dei libri.
A quanto pare, però, questo presupposto in apparenza tanto semplice non ne vuole proprio sapere di entrare in testa a certe persone, soprattutto nel vasto mondo di internet… ed ecco perché ho deciso di mettere in piedi questo post.

In molti sapranno che mi piace, quando ho un pizzico di tempo che mi avanza, fare un giretto nella sezione “Libri ed autori” di Yahoo! Answers per scovare qualche domanda interessante a cui rispondere… e accanto alle richieste di eBook (in 9 casi su 10 di TwilightCinquanta sfumature di grigio), agli studenti sfaticati in cerca di un pollo che faccia loro i compiti e ad altre domande assai stupide, ogni tanto se ne trova qualcuna degna di attenzione. In questi giorni, in particolare, ne ho trovate un paio per le quali mi sono detta “Questa me la segno!”… perciò, be’, allacciate le cinture e seguitemi, perché ci sarà da divertirsi!

Continue reading

Please follow and like us:

Sugli eBook, sul Profumo della Carta™ e sull’ignoranza

Come al solito arrivo a parlare in ritardo di un fatto che risale ormai a una ventina di giorni fa. Tuttavia, spero che mi perdoniate, dato che si tratta di una cosa a mio parere interessante.
Probabilmente alcuni avranno intuito a cosa mi riferisco semplicemente leggendo il titolo di questo post, ma per coloro che, come la sottoscritta, in un modo o nell’altro viaggiano sempre con una settimana di ritardo rispetto al resto del mondo, lasciate che lo spieghi anche a voi: sto parlando di una giornalista e di un suo articolo che sono ormai sulla bocca di tutti nel Web. Nella fattispecie, mi riferisco a Margherita Loy e al suo provocatorio “Non cederò mai agli eBook“.

Considerato il mio ritardo, forse non avrei nemmeno il diritto di dire la mia, dal momento che ormai gran parte dei blog che conosco l’ha già fatto. Se c’è una cosa che detesto, infatti, è proprio ribadire quello che è già stato detto come se fosse nuovo, perciò scusatemi fin da subito dato che per un articolo del genere sarà pressoché inevitabile… però non importa: anche se sarà difficile, spero comunque di poter aggiungere qualcosa di mio a questa storia già abbondantemente discussa. E se non ce la facessi… pazienza: in fondo, se si tratta di parlare di libri ogni scusa è buona, no? 🙂

eBook vs. Libro.
Un’epica battaglia che esige un solo vincitore.
Forse.

Continue reading

Please follow and like us:

[Recensione] Il rifugio

Il termometro mi dice che fuori ci sono qualcosa come 35° all’ombra, ma non sarà certo questo a intimorire la vostra topolina, che con il ventilatore sparato nella schiena è orgogliosa di presentarvi la prossima recensione del progetto!

Titolo: Il rifugio
Autori: Linda Bertasi
Genere: romantico, paranormale
Editore: La Caravella
Collana: Il porto
Pagine: 448
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo di copertina: €16,00
ISBN: 9788895402796
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie all’autrice per avermi spedito il libro.

    

RIASSUNTO – Possono vite diverse incontrarsi e confondersi al punto da somigliarsi, nella medesima esperienza di sofferenza e di felicità? Dimensioni temporali opposte che tornano a viaggiare sulla stessa frequenza, quasi a beffare una realtà già scontata e rivista. Con l’autentica possibilità di cambiamento e di riscatto. Anna e Mary, nelle confidenze di una soffitta chiusa al mondo, quasi a scambiarsi comparse e impegni in un vissuto ancora da decidere.
Un romanzo al confine tra il sogno e il reale, tra mistero e rivelazione.

L’AUTRICE  Linda Bertasi nasce a Portomaggiore nel 1978. Frequenta l’Istituto Tecnico Statale, a Ferrara, dove si diploma in indirizzo informatico. Sviluppa, da subito, un’innata predilezione per le materie umanistiche.
Partecipa a diversi concorsi letterari, contribuisce sporadicamente alla realizzazione di una rivista telematica. Scrive sotto pseudonimo su un portale dedicato alla letteratura.
Nella primavera 2010 una delle sue poesie viene utilizzata per la realizzazione di uno spettacolo teatrale di un noto coreografo.Ha già pubblicato Destino di un amore, sempre con l’editrice Caravella.

Continue reading

Please follow and like us:

Libreschi pensieri – 11

Chi ama il libro, prende in mano,
col sentimento di una tranquilla familiarità,
quell’oggetto che così si chiama, stampato su carta
e rilegato in tela o cuoio o pergamena.
Lo sente come una creatura,
che si tiene in onore e si cura,
e della cui concretezza materiale si è lieti.
Non è per lui solo il mezzo a uno scopo,
sia pure il più spirituale, bensì qualcosa
di pienamente compiuto in se stesso,
saturo di significati molteplici
e capace di dare con ricchezza.

[Romano Guardini, Elogio del libro]

Please follow and like us:

[Recensione] Finisterra – Le sorgenti del Dumrak

Cosa c’è di meglio di festeggiare Ferragosto rilassandoci con una bella recensione del progetto? 🙂 

Titolo: Finisterra – Le sorgenti del Dumrak
Autori: Sara Bosi, Simone Covili, Massimilano Prandini, Gabriele Sorrentino, Marcello Ventilati (gruppo XOmegaP)
Genere: fantasy
Editore: Domino
Collana: Le rune
Pagine: 238
Anno di pubblicazione: 2012
Prezzo di copertina: €15,00
ISBN: 9788895883267
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie agli autori per avermi inviato il libro in formato eBook.

      

RIASSUNTO – I popoli dell’Oltrecatena minacciano ancora l’Impero delle Tre Spade e il Regno di Vùos. I villaggi distrutti lungo il corso del fiume Dumrak sono il solo preludio di una nuova invasione. Dopo cinquecento anni di decadenza, vissuti nel sospetto e nella diffidenza reciproca, i principi dei due regni decidono di recarsi, insieme, sull’isola alla foce del Grande Fiume. Qui sospese tra carne e spirito, trovano ancora rifugio le anime degli Eroi dei tempi passati, l’unica speranza di Finisterra. “Risalite il fiume Dumrak, trovate la Ruota della Rinascita e versatevi il sangue reale” è il loro lapidario consiglio. Ha inizio così il viaggio che porterà gli eredi di Finisterra nelle misteriose terre oltre la Catena Impervia. Dalle mani di cinque giovani scrittori, riuniti nel collettivo XOmegaP, un romanzo che intende far vibrare le corde epiche nascoste in ogni lettore. 

COS’È XOMEGAP?  XOmegaP è un laboratorio di scrittura creativa. Una fucina di idee che nasce a Modena dalla passione per la scrittura di cinque amici – Sara Bosi, Simone Covili, Massimilano Prandini, Gabriele Sorrentino e Marcello Ventilati – e a cui ognuno può apportare il suo contributo. Finisterra è il primo capitolo di una nuova saga fantasy scritta, dunque, a dieci mani.

Continue reading

Please follow and like us: