Masterpiece

È già da qualche mese che si sente parlare di questo fantomatico Masterpiece, e visto che la scadenza per partecipare non è ancora arrivata ho deciso di parlarne anch’io qui su Pensieri d’inchiostro.

Come, che diavolo è Masterpiece?

Per chi ancora non lo conoscesse, si tratta di un programma televisivo che andrà in onda il prossimo novembre su Rai 3: i vari concorrenti si sfideranno (non ho ancora ben chiari i dettagli di questa sfida, ma devo dire che mi ispira parecchio) e gareggeranno tra loro finché non rimarrà un solo vincitore, che avrà la possibilità di pubblicare il suo romanzo inedito nientemeno che con la casa editrice Bompiani.
Come avverrà la selezione degli elaborati? Chi desidera partecipare deve inviare il file del libro e il suo curriculum tramite il form che si trova sul sito ufficiale, oltre che a rispondere ad alcune domande riguardanti i propri interessi e attitudini, dopodiché coloro che supereranno la scrematura iniziale dovranno rispondere a un’e-mail che verrà loro inviata, e naturalmente sperare nella fortuna.

Io personalmente sono rimasta perplessa, dopo aver sentito di un programma del genere: mi sembra difficile far gareggiare degli aspiranti scrittori in modo che lo scritto vincitore sia effettivamente degno di essere pubblicato… però sono molto curiosa di sapere come verrà gestito questo insolito talent show, anche perché non sono una fan di questo genere di spettacolo (soprattutto se di provenienza italiana). Chissà, però, che non ne venga fuori qualcosa di interessante?

Per saperlo dovremo aspettare novembre. Siete anche voi incuriositi come me da questa novità televisiva? Se sì, ditemi cosa ne pensate! 🙂

PS: qualcuno mi ha già chiesto se non fossi per caso intenzionata a partecipare anch’io, dato che ormai pure pulsanti del blog sanno che adoro alla follia scrivere e che ho in cantiere diversi ipotetici romanzi che mi piacerebbe, un giorno, pubblicare… ma la risposta è no sostanzialmente per due motivi: in primis, al momento non ho niente di concluso che reputi di un livello accettabile, e in secundis, volevo appunto aspettare di vedere come è strutturato questo nuovo show. In una prossima edizione, se Masterpiece dovesse avere successo, però, magari potreste riuscire a vedermi in televisione… *-*
Vabbé, intanto torno a scrivere che è meglio, o rischio che prima di avere pronto qualcosa di decente mi caschino tutti i denti…

Please follow and like us:

Recensione: Il senso dell’acqua

Titolo: Il senso dell’acqua
Autore: Cristina Fabbrini
Genere: narrativa, storia
Editore: I libri di Emil
Collana: Composizioni
Pagine: 272
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo di copertina: €16,00
ISBN: 9788896026878
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie all’autrice per spedito il libro in formato eBook.

     

RIASSUNTO – Una storia vera, che ha del romantico, dell’incredibile, del sensato e dell’assurdo. Due storie d’amore diverse e avvincenti, che si snodano e si intrecciano su due vite parallele: una è quella attuale, l’altra vissuta più di duecento anni fa.
Ma da che cosa ha origine tutto quanto? Da alcuni fenomeni strani che si verificano, di solito, all’alba: sono solo sogni? L’ipotesi non è credibile in quanto compaiono anche odori e sensazione di ricordi… Poi, una sera, davanti alla TV, il volto di un attore sconosciuto scatena l’apocalisse. E la giostra comincia a girare…
Nel caos della situazione compare poi, quasi per caso (o per predeterminazione?) Marco Serravalle, che tiene corsi di “Cristalloterapia delle vite passate”. 
Il corso, i primi trattamenti, molti dubbi, poche certezze: ecco che cominciano a emergere i ricordi di una vita passata che si ricollegano e combaciano alla perfezione sia con i fenomeni delle mattine che con l’immagine dell’attore.
È a questo punto il libro prende due vie: quella della vita attuale e quella della vita passata. Le storie si sviluppano e si intrecciano, fino a…

L’AUTRICE  Cristina Fabbrini è nata a Bergamo nel 1970. Ha lavorato per alcuni anni come giornalista sportiva per alcune testate locali, prima di dedicarsi allo studio delle Rune e all’esoterismo. Assetata di sapere e innamorata di Pietre e Cristalli, nel 2004 frequenta il corso di Marco Serravalle, “Cristalloterapia delle Vite Passate”, che le rivela una visione del tutto nuova riguardo all’utilizzo delle Pietre. È la fine di un’esistenza fatta di ricerca e inquietudine, e l’inizio di una nuova realtà, nella quale comincia a trovare le prime risposte. È iscritta all’Università degli Studi di Milano, alla facoltà di Lettere Moderne.

Continue reading

Please follow and like us:

Recensione: Sogni tra i fiori

Ventitrè. Sono questi i giorni che mi mancano alla fine della scuola. Dopo, ahimè, ne avrò ancora parecchia di roba da fare, tra esami e concerti vari, ma non vedo l’ora di andarmene almeno da scuola. Mentre il conto alla rovescia va avanti, godetevi questa recensione, che ho scritto in uno dei sempre più rari ritagli di tempo.
Ah, dimenticavo: dopo aver letto, ditemi se le novità che trovate in fondo vi piacciono. Si tratta di un esperimento, per ora, perciò fatemi sapere 🙂

– 

Titolo: Sogni tra i fiori
Autore: Mariagrazia Buonauro
Genere: narrativa, storia d’amore, riflessione
Editore:  CSA
Pagine: 128
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo di copertina: €13,00
ISBN: 9788896703038
Formato: brossura
Valutazione: 
Grazie all’autrice per avermi spedito il libro.

    

RIASSUNTO – Laura, una donna dolce e riflessiva, dopo aver cavalcato la tempesta per la fine di un amore e la vendita della casa, recupera la gioia di vivere. Quando la sua vita prende un nuovo corso, canta la sua storia che narra d’amore, magia, sogni e speranze in uno stile immaginifico e vibrante che tocca le corde più intime del cuore.

L’AUTRICE  Mariagrazia Buonauro è nata e risiede a Marigliano, in provincia di Napoli.
Laureata con lode, a ventisette anni è entrata nel mondo della scuola ove ha insegnato Italiano e Latino, Filosofia e Storia.
Adesso è docente di materie letterarie presso il Liceo “S. Cantone” di Pomigliano D’Arco (NA). “Sogni tra i fiori” è il suo primo romanzo pubblicato.

Continue reading

Please follow and like us:

Cose che mi danno sui nervi

(Cliccate per ingrandire.)

* * *

PS: mi pare superfluo specificare che, sebbene abbia modificato il nome e cognome dell’autore per rispetto della privacy, si tratta di una recensione trovata realmente – e con mio sommo divertimento 🙂 – su aNobii.

Please follow and like us: